La natura di Pantelleria

Dallo Specchio di Venere
alla Montagna Grande

L’Agriturismo Zinedi è il punto di partenza ideale per passeggiate naturalistiche, a piedi o a cavallo, seguendo le antiche mulattiere fino al lago termale Specchio di Venere, con sorgenti sulfuree e fanghi curativi.

In alternativa, ci si può dirigere verso l'interno di Pantelleria, per ammirare la varietà dei paesaggi e della vegetazione, in un rapporto con la natura autentico, e diretto.

Un’immersione nei colori e nei profumi e sapori panteschi, con i frutti coltivati o spontanei (uva Zibibbo, gelsi, more, mirtilli, corbezzoli), i boschi selvaggi sulla Montagna Grande (836 m.) o il mare che, al centro del Mediterraneo, è incontaminato e cristallino.

La costa dell'"Isola del vento" è rocciosa: le numerose grotte permettono di ricoverare le barche e d’immergersi nelle acque limpide del Mediterraneo.

Per chi ama l'archeologia, Pantelleria è ricca di tesori da scoprire e da visitare: tombe, cisterne di origine fenicia, oggetti in ossidiana, l'Acropoli punico-romana e le costruzioni funerarie dei “Sesi”, la misteriosa popolazione neolitica che ha lasciato tracce di sé solo qui.

L'attività vulcanica è evidente in numerose sorgenti termali che si trovano lungo la costa di Pantelleria: a Gadir, Nikà, Sataria, Scauri e al lago Specchio di Venere. Le spettacolari saune fenicie sono scavate direttamente nella roccia e sono state utilizzate ininterrottamente nel corso dei millenni. Vi sono anche numerose fumarole che si manifestano con l'emissione dal suolo di vapore acqueo, come alle Favare e al Bagno Asciutto di Sibà.

La vegetazione prevalente è costituita dal Bosco Sempreverde che si estende per circa 1.500 ettari, composto in gran parte dal Pino Marittimo, in dialetto "Zappinu" e dal Pino d'Aleppo, pantesco "Deda".